Meloni Chico Forti
Giorgia Meloni e l'incontro con Chico Forti a Pratica di Mare

Chico Forti, il 65enne trentino che ha trascorso oltre 24 anni in una prigione della Florida, è finalmente tornato in Italia. 

L'arrivo all'aeroporto di Pratica di Mare segna un momento significativo per Forti e per tutti coloro che hanno sostenuto la sua causa nel corso degli anni.

L'Incontro con la Premier Meloni

La premier Giorgia Meloni ha accolto Chico Forti all'aeroporto di Pratica di Mare. Questo incontro rappresenta un importante gesto di solidarietà e supporto da parte del governo italiano, che ha lavorato intensamente per facilitare il ritorno di Forti. 

Dopo l'incontro, Meloni ha lasciato l'aeroporto, ma il suo impegno per la causa di Forti è stato chiaramente dimostrato.

Trasferimento nel Carcere di Rebibbia

Subito dopo il suo arrivo in Italia, Forti sarà trasferito nel carcere di Rebibbia a Roma, dove rimarrà per alcuni giorni. Questa misura è temporanea, in attesa del suo trasferimento definitivo nel carcere di Verona. 

Questo passaggio è necessario per completare le procedure legali e amministrative relative alla sua detenzione.

Il Futuro Detentivo di Forti

Nei prossimi giorni, Forti sarà trasferito nel carcere di Verona, dove è in corso una visita di Papa Francesco. La presenza del Pontefice non include un incontro con Forti, ma rappresenta un momento significativo per l'istituto penitenziario. In seguito, a Forti sarà notificato l'ordine di esecuzione della pena, firmato dal procuratore generale di Trento, che conferma il completamento della sua pena in un carcere italiano.

La Reazione della Famiglia

Lo zio di Chico, Gianni Forti, ha espresso grande soddisfazione per il rientro del nipote, descrivendo la battaglia legale e diplomatica come una lunga guerra punica. "Ora il percorso è in discesa," ha dichiarato Gianni Forti, ringraziando tutte le persone che hanno sostenuto la causa di Chico negli anni. "Abbiamo la chance di dare una nuova vita a Chico," ha concluso.

Le Parole dell'Avvocato

L'avvocato Carlo Dalla Vedova, che ha seguito le procedure per il rientro di Forti, ha sottolineato l'importanza dell'aspetto umanitario nel considerare il ritorno di Forti in Italia. "Appena possibile speriamo di far incontrare Chico con la madre di 96 anni. Ci vorrà un permesso," ha dichiarato Dalla Vedova. Ha inoltre ringraziato i rappresentanti dei due Stati che hanno reso possibile il rientro in tempi brevi, con particolare menzione per il console a Miami.

Riconoscimento del Governo Italiano

Il presidente del Senato, Ignazio La Russa, ha lodato il lavoro del governo e della diplomazia italiana, definendo l'arrivo di Forti in Italia come "un'ottima notizia" e un "risultato importante". Ha espresso il suo pensiero a Chico e alla sua famiglia, riconoscendo la dignità con cui hanno affrontato questa complessa vicenda giudiziaria.

Un Nuovo Capitolo per Chico Forti

Il ritorno di Chico Forti in Italia rappresenta la conclusione di una lunga e difficile battaglia legale, ma anche l'inizio di un nuovo capitolo. Con il supporto della sua famiglia, degli amici e del governo italiano, Forti potrà finalmente riprendere in mano la sua vita, anche se da dietro le sbarre. L'interesse umanitario e la determinazione di molti hanno reso possibile questo risultato, aprendo la strada a una speranza rinnovata per Forti e la sua famiglia.

 

 

Sant'Antonio Abate piange la predita improvvisa di Dino Luciani
Scicli, trovato morto in casa, la svolta: Giuseppe Ottaviano è stato ucciso

41esimoparallelo.it - Testata giornalistica on-line iscritta al tribunale di Napoli, numero registrazione 12 del  24/02/2021 41esimoparallelo.it è un progetto editoriale gestito da PG COMMUNICATION - Via Vicinale Santa Maria del Pianto, 80143 Napoli - Partiva IVA 06099831213

 

 

Powered by Slyvi