Strage Suviana quinta vittima
Strage Suviana quinta vittima

In una giornata segnata dal dolore e dalla tensione, i sommozzatori hanno individuato il corpo della quinta vittima della tragedia nella centrale idroelettrica di Suviana

Durante le operazioni di ricerca, è stato scoperto il corpo del secondo disperso al piano -9. 

Questa scoperta è stata confermata dal capo dei vigili del fuoco, Carlo D'Alloppio, durante una conferenza stampa che ha evidenziato la drammaticità della situazione.

Nonostante gli sforzi incessanti dei soccorritori, il corpo della quarta vittima rimane ancora sotto le macerie. 

I sommozzatori dei vigili del fuoco hanno individuato il corpo di uno dei dispersi, ma al momento non è stato ancora possibile estrarlo. La tensione e l'ansia aumentano mentre l'attesa per il recupero della vittima continua.

Ulteriori Scoperte nei Piani Inferiori

La complessità delle operazioni di soccorso è evidente dal ritrovamento di un altro corpo al nono piano sottoterra. Le informazioni sulle generalità della vittima non sono ancora disponibili, ma la scoperta conferma la gravità dell'esplosione e l'urgenza nel portare soccorso alle vittime. 

Manifestazione di Solidarietà a Bologna

A Bologna, migliaia di persone si sono riunite in piazza Maggiore per manifestare solidarietà e commemorare le vittime della strage di Suviana. La manifestazione, organizzata da Cgil e Uil, è stata caratterizzata da un momento di silenziosa riflessione in memoria delle persone colpite dalla tragedia.

Appello per un Intervento Urgente

Pierpaolo Bombardieri, leader della Uil, ha sottolineato l'urgenza di intervenire per fermare la "guerra civile" sul lavoro, evidenziando la necessità di regolamentare i subappalti per garantire la sicurezza dei lavoratori. L'incidente di Suviana ha riacceso i riflettori sull'importanza di misure immediate per prevenire futuri disastri. (3 ore fa)

Sfide Ambientali per i Soccorritori

Le operazioni di ricerca dei dispersi sono ostacolate dalle condizioni ambientali avverse, soprattutto dall'inquinamento dell'acqua. 

Il luogotenente Duilio Lenzini dei Carabinieri Subacquei ha evidenziato le difficoltà incontrate dagli operatori subacquei, sottolineando la necessità di bonificare l'area prima di poter procedere con le operazioni di recupero. 

Amato: "Non faremo le autopsie"

Il procuratore capo di Bologna, Giuseppe Amato, ha aggiunto che 

Ieri abbiamo conferito l'incarico di un accertamento sulle tre persone decedute, con una finalità duplice, la prima di evitare di fare autopsie inutili, con violenza inutile sul cadavere di questi poveri operai, dall'altro quello di liberare il prima possibile le singole salme per consentire ai familiari di fare i funerali. Ieri lo abbiamo fatto con la visita esterna, surrogata anche da tac, che ci consente di risalire alle cause della morte in maniera certa, cause che sono già evidenti, perché al di là dell'essere uno morto per accertamento, esplosione o altro evento, chiaramente è riconducibile all'evento per cui si è verificato, quindi l'autopsia non aveva significato.

 

 

 

 

Esplosione Suviana, ritrovato un corpo al nono piano sottoterra: è la quarta vittima
Carabinieri morti a Campagna, Nancy Liliano è libera, è tornata a casa

41esimoparallelo.it - Testata giornalistica on-line iscritta al tribunale di Napoli, numero registrazione 12 del  24/02/2021 41esimoparallelo.it è un progetto editoriale gestito da PG COMMUNICATION - Via Vicinale Santa Maria del Pianto, 80143 Napoli - Partiva IVA 06099831213

 

 

Powered by Slyvi