Marilea Cipolla
Marilea Cipolla

La comunità di Lanciano, nella provincia di Chieti, è stata scossa dalla tragica morte di Marilea Cipolla, una giovane donna di soli 28 anni. Il suo corpo è stato trovato senza vita nella camera da letto dell'abitazione che condivideva con un amico. Mentre l'autopsia ha escluso la violenza come causa del decesso, le circostanze della sua morte rimangono avvolte nel mistero.

Com'è morta Marilea Cipolla?

L'esame autoptico condotto presso l'ospedale di Chieti ha confermato che la morte di Marilea Cipolla è avvenuta per cause naturali. Non sono stati riscontrati segni di violenza sul corpo della giovane donna.

L'autopsia ha anche escluso l'assunzione di farmaci o altre sostanze nocive, non rilevate nello stomaco di Marilea. Tuttavia, non è stato possibile escludere la presenza di eventuali patologie congenite che potrebbero aver contribuito alla sua morte.

Per gettare ulteriore luce sulle circostanze della morte di Marilea, saranno necessari ulteriori esami istologici e siero-tossicologici, i cui risultati saranno disponibili entro 60 giorni. Questi esami potrebbero fornire informazioni cruciali per comprendere meglio cosa sia potuto accadere alla giovane donna.

Il pm Miriana Greco ha aperto un fascicolo contro ignoti per consentire lo svolgimento dell'autopsia, alla quale ha partecipato anche il consulente medico di parte Domenico Angelucci. Le indagini sono ancora in corso per fare luce sulla morte di Marilea.

Marilea Cipolla
Marilea Cipolla

Marilea Cipolla, autorizzati i funerali

La procura ha rilasciato il nulla osta per la celebrazione dei funerali di Marilea, consentendo alla famiglia di iniziare il percorso di lutto e commemorazione.

L'intera comunità di Lanciano è in lutto per la perdita di Marilea. La sua morte ha colpito profondamente amici, parenti e conoscenti, lasciando un vuoto nei loro cuori.

Mentre la comunità piange la perdita di Marilea Cipolla, le indagini proseguono per scoprire la verità su cosa sia realmente accaduto alla giovane donna. In attesa dei risultati degli esami successivi, la speranza è che si possano trovare risposte che possano portare pace e giustizia alla sua famiglia e alla sua memoria.

Tragedia all'Ospedale di Castellammare: neonato morto dopo un mese di ricovero. Tre indagati
Gioia Tauro piange Carolina Labate, la donna lascia marito e figli

41esimoparallelo.it - Testata giornalistica on-line iscritta al tribunale di Napoli, numero registrazione 12 del  24/02/2021 41esimoparallelo.it è un progetto editoriale gestito da PG COMMUNICATION - Via Vicinale Santa Maria del Pianto, 80143 Napoli - Partiva IVA 06099831213

 

 

Powered by Slyvi