In questo periodo di oscurità e dolore, papà Gino mostra il coraggio di guardare al futuro, dichiarando: "Da questa vicenda deve nascere qualcosa. Noi come famiglia ci impegneremo attivamente affinché questo non succeda più, perché altre ragazze, altre donne, parlo a nome anche di Elena, facciano qualcosa".

La famiglia di Giulia, supportata dallo psicologo dell'associazione Penelope, attiva nella ricerca delle persone scomparse, si impegna a fondo per garantire che il sacrificio della giovane non sia stato vano. In particolare, papà Gino esprime il desiderio di affrontare Filippo Turetta, l'ex fidanzato di Giulia, per comprendere cosa sia realmente accaduto.

Filippo Turetta in carcere provato e preoccupato, papà Gino: "Voglio guardarlo in faccia"

«Voglio vedere in faccia Filippo, per capire da lui cos'è successo e come tutto questo possa essere accaduto davvero».

Le parole del padre si affiancano all'impegno della sorella Elena, espresso sui social, affinché il sacrificio di Giulia non venga dimenticato: "Per te bruceremo tutto". Prima della fiaccolata tenutasi ieri sera a Vigonovo, Gino Cecchettin ha parlato con i giornalisti, rompendo il silenzio che aveva avvolto la famiglia dalla scoperta del corpo di Giulia. Sottolinea il forte dolore della famiglia, ma insiste sulla necessità di trovare la forza per guardare avanti.

Il padre, con messaggi toccanti sui social, esprime il suo profondo affetto per Giulia e sottolinea il ruolo cruciale di Elena nella lotta contro la violenza di genere. Invita le donne a comunicare con fiducia con i propri familiari se sospettano problemi nelle loro relazioni. Rivolgendosi a tutte le donne, Gino fa un appello affinché si agisca prima che sia troppo tardi.

Il cancello di casa di Giulia Cecchettin

E' ancora adornato dai fiocchi rossi che Elena aveva appeso giovedì, giorno in cui Giulia avrebbe dovuto laurearsi in Ingegneria biomedica. Nonostante l'assenza fisica di Giulia, il ministro dell'Università Anna Maria Bernini e l'Ateneo di Padova garantiscono che le sarà conferita una laurea honoris causa. Papà Gino ringrazia il ministro, affermando che nel suo cuore Giulia si è laureata giovedì.

Tortoreto in lacrime per Renato Di Remigio: addio a un giovane papà
Filippo Turetta, il padre Nicola non si dà pace: "Gli consigliammo uno psicologo, ma era un figlio perfetto"

41esimoparallelo.it - Testata giornalistica on-line iscritta al tribunale di Napoli, numero registrazione 12 del  24/02/2021 41esimoparallelo.it è un progetto editoriale gestito da PG COMMUNICATION - Via Vicinale Santa Maria del Pianto, 80143 Napoli - Partiva IVA 06099831213

 

 

Powered by Slyvi