A parlare è Lorenzo Insigne, uno dei marcatori azzurri per la vittoria dell'Italia contro la Turchia per 3-0 nella gara di apertura di Euro 2020. Grandi emozioni per la prima di questo europeo di calcio, che si è aperto allo stadio Olimpico di Roma.

Parole al miele di Lorenzo Insigne per i suoi compagni, per il ct e per la straordinaria cornice di pubblico

"È stato tutto molto emozionante. La prima in casa, davanti ai nostri tifosi. Un'emozione unica". "Siamo partiti lenti, poi man mano ci sono tolti un po' di paura e abbiamo fatto tre gol. L'arbitro? Non ci ha condizionato e innervositi neppure il rigore non concesso alla fine del primo tempo. Mancini ci ha detto di restare concentrati, ci sta che l'arbitro non fischia un rigore- ha detto ancora ai microfoni della Rai- La forza dell'Italia? Il gruppo. Ci mettiamo sempre a disposizione l'uno dell'altro. È tutto merito di Mancini. Non ci sono titolari, tutti entrano e danno un contributo. Io posso fare sempre di più, certo. Mi metto sempre a disposizione della squadra. Un anno e mezzo senza tifosi, è stato emozionante. Speriamo che in futuro possa venire piu gente allo stadio".

Italia - Turchia è cambiata tutta nella ripresa dopo un primo tempo piuttosto timoroso

"Ci siamo tolti un po' di paura addosso e abbiamo fatto un grande secondo tempo. Dopo il primo tempo Mancini ci ha detto di stare tranquilli e di non farci condizionare dagli episodi. La forza di questa squadra è il gruppo, non ci sono titolari e ci mettiamo a disposizione uno con l'altro". Così Lorenzo Insigne, a Raiuno al termine del match contro la Turchia. "Posso fare di più, metto sempre a disposizione la squadre e punto sempre a creare occasioni. Speriamo che questa partita sia un punto di partenza" conclude. Leggi anche: Calciomercato, Napoli: da Basic a De Ketelaere, il primo colpo sarà a centrocampo Metti like alla pagina 41esimoparallelo e iscriviti al gruppo 41esimoparallelo Seguici sul nostro canale Youtube 41esimoparallelo
Tortoreto in lacrime per Renato Di Remigio: addio a un giovane papà
Camilla, morta dopo vaccino AstraZeneca: la sua malattia non era riportata nella scheda del medico vaccinatore

41esimoparallelo.it - Testata giornalistica on-line iscritta al tribunale di Napoli, numero registrazione 12 del  24/02/2021 41esimoparallelo.it è un progetto editoriale gestito da PG COMMUNICATION - Via Vicinale Santa Maria del Pianto, 80143 Napoli - Partiva IVA 06099831213

 

 

Powered by Slyvi