antonio pistone aci sant\'antonio

Una tragedia ha colpito oggi pomeriggio nel Catanese, dove Antonio Pistone, un ragazzo di 31 anni, è morto tragicamente sul lavoro dopo essere rimasto incastrato tra la cabina e la porta dell'ascensore su cui stava lavorando. Il dramma si è consumato nel pomeriggio di giovedì 18 aprile, in un palazzo di Aci Sant’Antonio, comune della città metropolitana di Catania.

Cosa è accaduto oggi a Aci Sant'Antonio

 Secondo una prima ricostruzione, la vittima, un manutentore di ascensori di 31 anni, era stato chiamato sul posto perché un ascensore di un palazzo di due piani in via Marchese di Casalotto si era bloccato.

Durante l'intervento, si è verificato un incidente inaspettato e in un attimo si è consumata la tragedia. Il ragazzo di 31 anni è rimasto intrappolato tra la porta dell'ascensore e la cabina in movimento. Una scena drammatica davanti alla quale nessuno ha potuto fare nulla. 

Per liberare il corpo dell'operaio è stato necessario l'intervento dei Vigili del Fuoco, sia dal distaccamento di Acireale che dal comando provinciale di Catania. Quando è stato estratto, per il giovane non c'era più speranza e i medici del 118 intervenuti sul posto hanno solo potuto constatarne il decesso.

Una donna rimasta bloccata nell'ascensore è stata soccorsa dal personale medico e trasportata in ospedale. Anche lei è stata liberata dai Vigili del Fuoco, ma in un secondo momento, dopo il primo intervento più urgente. Non ha riportato ferite fisiche, ma ha sofferto un forte shock psicologico dopo aver trascorso del tempo bloccata e aver appreso della tragedia.

Sul luogo dell'incidente sono intervenuti anche i militari del locale Comando territoriale dell’Arma dei Carabinieri, che hanno avviato le indagini per ricostruire l'esatta dinamica che ha portato alla morte sul lavoro del giovane.

Il ricordo degli amici

La notizia della morte di Antonio Pistone ha scosso la cittadina catanese, dove il ragazzo era conosciuto come organizzatore di feste. Numerosi sono stati i messaggi di cordoglio sui social media. "Vogliamo ricordarti con il tuo sorriso, anche quando tutto sembrava crollare, non smettevi mai di festeggiare", hanno scritto alcuni amici. 

"Eri sempre sorridente, positivo, un ragazzo speciale. Non è giusto che te ne sia andato così. Ora non ti vedrò più nelle serate, non mi metterai più in lista. Che ingiustizia", ha scritto un altro, mentre un altro ancora ha aggiunto: "Ora farai ballare anche tutte le stelle del cielo, balla come solo tu sapevi fare anche lassù".

Manfredonia piange la prematura scomparsa di Raffaela D'Oria
Il Meteo di oggi in Campania, le previsioni della giornata

41esimoparallelo.it - Testata giornalistica on-line iscritta al tribunale di Napoli, numero registrazione 12 del  24/02/2021 41esimoparallelo.it è un progetto editoriale gestito da PG COMMUNICATION - Via Vicinale Santa Maria del Pianto, 80143 Napoli - Partiva IVA 06099831213

 

 

Powered by Slyvi