L'inasprimento delle norme esistenti e l'urgenza di misure preventive: la politica si mobilita dopo la tragedia di Giulia Cecchettin

Il recente femminicidio di Giulia Cecchettin ha riaperto un acceso dibattito sulla necessità di rafforzare le misure esistenti contro la violenza di genere. La politica italiana, pronta a prendere una posizione decisa, sta cercando di affrontare questa emergenza sociale.

La Ministra per la Famiglia, Eugenia Roccella, ha annunciato l'intenzione di migliorare il "Codice Rosso", il quale ha già aumentato le pene previste, con l'obiettivo di rendere più efficaci le leggi attuali prima della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, fissata per il prossimo 25 novembre.

Urgono misure rapide e incisive

La Ministra Roccella ha dichiarato che il disegno di legge del governo per il rafforzamento delle misure preventive e cautelari, già approvato all'unanimità dalla Camera, sarà esaminato al Senato nella prossima settimana. L'obiettivo è trasformare rapidamente questo disegno di legge in legge dello Stato, affrontando così la questione della violenza di genere con maggiore rigore e determinazione.

Ci si aspetta che al Senato vi sia un consenso unanime sul tema, facilitando così una votazione rapida e senza intoppi. Il dialogo a distanza tra la premier Giorgia Meloni e la leader del Pd, Elly Schlein, ha evidenziato la richiesta di accelerare l'approvazione di nuove misure per prevenire tragedie simili in futuro. Schlein ha anche sollecitato l'introduzione dell'educazione al rispetto e all'affettività in tutte le scuole d'Italia, sottolineando l'importanza della prevenzione insieme alla repressione.

Strumenti Legislativi in Evoluzione

Il pacchetto di norme in attesa del passaggio al Senato mira a rendere più efficace il Codice Rosso, introducendo nuove azioni normative per proteggere le potenziali vittime dalla violenza domestica. Queste misure comprendono il rafforzamento degli strumenti di prevenzione, come l'ammonimento, il braccialetto elettronico e la vigilanza dinamica, applicabili anche per i "reati spia" per prevenire situazioni di pericolo imminente.

Il testo legislativo promuove anche tempi rapidi e certi per la valutazione del rischio da parte della magistratura, introducendo nuove regole per la specializzazione dei magistrati e la formazione degli operatori chiamati a supportare le vittime. Inoltre, il testo prevede un ristoro anticipato a favore delle vittime e l'allontanamento d'urgenza dalla casa familiare, ampliando così la protezione anche al di fuori dei casi di flagranza.

Campagne di sensibilizzazione e Cultura del Rispetto

L'inizio di una campagna di sensibilizzazione nelle scuole per educare i giovani sul rispetto e sulla prevenzione è stato annunciato dalla Ministra Roccella. L'obiettivo è quello di intensificare gli sforzi nella prevenzione, nell'istruzione e nel supporto delle vittime, nonché promuovere in modo più ampio il numero anti-violenza 1522 per fornire un supporto continuativo alle donne coinvolte in situazioni di violenza.

Tortoreto in lacrime per Renato Di Remigio: addio a un giovane papà
Addio a Roberta Di Filippo, la giovane mamma si è spenta a soli 47 anni

41esimoparallelo.it - Testata giornalistica on-line iscritta al tribunale di Napoli, numero registrazione 12 del  24/02/2021 41esimoparallelo.it è un progetto editoriale gestito da PG COMMUNICATION - Via Vicinale Santa Maria del Pianto, 80143 Napoli - Partiva IVA 06099831213

 

 

Powered by Slyvi