Camaiore
. Una tragica fatalità ha sconvolto la comunità locale ieri sera, quando un operaio di 43 anni, originario dell'Albania, impiegato presso la ditta Ceragioli Costruzioni, è stato ritrovato senza vita lungo la salita del Colletto Santucci, nella zona Frati. L'incidente è avvenuto intorno alle 18, quando l'uomo è stato scoperto riverso sul ciglio della strada con una ferita alla testa.

La salita del Colletto Santucci è nota per la sua ripidezza e le numerose curve a gomito che si snodano dalla Provinciale, nei pressi dei Frati, fino alla cima del colle, dove si connette alla via di Contra. L'incidente è avvenuto oltre un chilometro dopo l'inizio di questa strada tortuosa, dove un trattore della Ceragioli Costruzioni, con un cassone rosso sul retro che trasportava un escavatore, è rimasto inchiodato al centro della salita.

La tragedia

Si crede che la tragedia causata da un ramo caduto da un albero sul ciglio destro della strada. Testimoni locali affermano che il ramo sarebbe caduto proprio nel corso della giornata, ma resta da confermare se sia stata effettivamente la causa dell'incidente. È possibile che il ramo si sia abbattuto sul povero Roland Cizmja, conosciuto affettuosamente come 'Ronaldo' per i suoi folti capelli scuri, mentre stava transitando con il trattore al termine della sua giornata lavorativa.

Gli agenti della Polizia Municipale, sotto la guida dell'istruttore Paolicchi, sono intervenuti tempestivamente per eseguire gli accertamenti, mentre il personale medico del servizio 118 ha confermato il decesso dell'uomo. Le circostanze esatte della morte rimangono oscure: potrebbe trattarsi dell'impatto con il ramo caduto, un improvviso malore che ha fatto scendere l'uomo dal motocarro, o una caduta che gli ha fatto sbattere la testa contro lo zoccolo rialzato in cemento che separa la strada dal terreno erboso.

Ciò che è certo è che l'operaio stava tornando a restituire l'escavatore, utilizzato per i lavori della ditta, al magazzino situato all'inizio della via Colletto Santucci. Il proprietario della ditta, Stefano Ceragioli, ha dichiarato di aver sentito Ronaldo verso l'ora di pranzo, e l'impresa di costruzioni è profondamente colpita dalla tragica perdita.

Camaiore - la salma di Roland

Gli investigatori della Prevenzione Incidenti sul lavoro e i Carabinieri mobilitati per indagare sull'accaduto. La salma di Roland rimossa dal luogo dell'incidente su disposizione del magistrato di turno intorno alle 19:30 e trasportata all'obitorio del Versilia.

Roland Cizmja lascia una moglie giovane e tre figli piccoli. La coppia, con radici albanesi, si era stabilita nella zona di Camaiore molti anni fa in cerca di opportunità lavorative e una vita migliore. Hanno acquistato una casa con il frutto del duro lavoro di Roland, che in passato aveva lavorato anche presso la Ices di Pietrasanta, sempre nel settore delle costruzioni stradali. La comunità profondamente colpita dalla perdita di questa famiglia ben integrata nella città.

In questa tragica giornata di settembre, mentre Roland stava percorrendo quella stretta strada di asfalto, la fortuna ha voltato loro le spalle, lasciando dietro di sé una città in lutto. Sono in corso ulteriori indagini per chiarire le circostanze precise della sua morte.

Tortoreto in lacrime per Renato Di Remigio: addio a un giovane papà
Omicidio mamma Donato 'con o senza mollica', la vicina in carcere: progettava la rapina già da un mese

41esimoparallelo.it - Testata giornalistica on-line iscritta al tribunale di Napoli, numero registrazione 12 del  24/02/2021 41esimoparallelo.it è un progetto editoriale gestito da PG COMMUNICATION - Via Vicinale Santa Maria del Pianto, 80143 Napoli - Partiva IVA 06099831213

 

 

Powered by Slyvi