Christian Di Martino
Christian Di Martino, come sta il poliziotto aggredito a Lambrate

Christian Di Martino, un vice ispettore di 35 anni, è attualmente in terapia intensiva dopo essere stato brutalmente aggredito presso la stazione di Lambrate. 

Le ferite riportate sono così gravi che ha subito ben 70 trasfusioni di sangue e ha avuto 5 arresti cardiaci durante l'intervento chirurgico. 

Le ferite e le condizioni critiche

Le coltellate inflitte a Di Martino erano dirette al polmone, alla milza e all'addome. Durante l'intervento chirurgico, l'equipe medica ha dovuto affrontare cinque arresti cardiaci, ma Di Martino è sopravvissuto, in parte grazie alla sua giovane età e al suo fisico robusto. 

Tuttavia, rimane in terapia intensiva con prognosi riservata a causa delle ferite gravi e di un edema polmonare.

L'aggressione

L'aggressore è stato identificato come Hasan Hamis, un uomo di 37 anni originario del Marocco. L'aggressione è avvenuta durante un tentativo di arresto, dopo che Hamis stava lanciando sassi sui treni e sui passanti. 

La situazione è degenerata in una colluttazione quando i poliziotti, incluso Di Martino, hanno tentato di fermarlo. Nonostante l'uso di un taser, l'aggressore è riuscito a ferire gravemente Di Martino.

Il profilo dell'aggressore

Gli accertamenti della Questura di Milano hanno rivelato che Hasan Hamis ha un lungo elenco di precedenti penali, inclusi reati come rapina aggravata, furto, lesioni personali, stupefacenti e sequestro di persona. 

Ha trascorso diversi periodi in prigione e ha ricevuto due provvedimenti di espulsione, che però non sono mai stati eseguiti pienamente. Nonostante ciò, è riuscito a rimanere in Italia come immigrato irregolare.

L'aggressione contro Christian Di Martino evidenzia la violenza che i poliziotti affrontano quotidianamente nel loro lavoro. Questo incidente solleva anche questioni più ampie riguardanti il sistema giudiziario e l'attuazione delle misure penali. 

Mentre Di Martino lotta per riprendersi, le autorità stanno indagando ulteriormente sull'aggressore e sulle circostanze che hanno portato a questo tragico evento.

Viterbo piange Diana Carbonetti: lascia il marito e il figlio
Soul-Food Vocalist: da The Voice al palco della Juve Stabia fino al Conservatorio di Avellino

41esimoparallelo.it - Testata giornalistica on-line iscritta al tribunale di Napoli, numero registrazione 12 del  24/02/2021 41esimoparallelo.it è un progetto editoriale gestito da PG COMMUNICATION - Via Vicinale Santa Maria del Pianto, 80143 Napoli - Partiva IVA 06099831213

 

 

Powered by Slyvi