Fiume Adda
La tragedia lungo il fiume Adda

Una tranquilla giornata di sole lungo le rive del fiume Adda è stata improvvisamente oscurata da una tragedia che ha lasciato senza fiato una famiglia e sconvolto l'intera comunità bergamasca: un sedicenne annega sotto gli occhi dei genitori. 

Il giovane sedicenne, identificato come P.B. e di origini sudamericane, ha deciso di trascorrere una giornata di relax lungo le rive dell'Adda, tra le località di Medolago (Bergamo) e Cornate (Monza e Brianza). 

Tuttavia, ciò che doveva essere un semplice tuffo si è trasformato in un incubo quando, dopo aver raggiunto con successo l'altra sponda del fiume, ha lottato invano contro la corrente durante il tentativo di tornare indietro.

La Richiesta d'Aiuto Disperata

Il momento di gioia e spensieratezza si è trasformato in puro terrore quando il giovane ha urlato aiuto, prima di scomparire improvvisamente sotto la superficie dell'acqua. 

I genitori, presenti sulle rive del fiume, hanno assistito impotenti alla tragica scena, mentre coloro che si trovavano nelle vicinanze hanno tentato di raggiungere il giovane, ma senza successo.

L'Intervento dei Soccorritori

La chiamata d'emergenza ha rapidamente attivato una vasta operazione di soccorso, con i vigili del fuoco di Monza e Milano, i sommozzatori e l'elicottero che hanno affrontato la situazione con prontezza e professionalità. 

Nonostante gli sforzi congiunti, il giovane è stato individuato troppo tardi, a una profondità di circa 3 metri, e ogni tentativo di rianimarlo è stato infruttuoso.

Il Dolore della Perdita

La morte prematura di un giovane così promettente ha scosso la comunità bergamasca, lasciando un vuoto indelebile nei cuori di coloro che lo conoscevano. 

La famiglia è stata devastata dalla perdita, mentre la ricerca di risposte continua a lungo dopo che il giovane è stato composto nella camera mortuaria, in attesa delle decisioni dell'autorità giudiziaria.

Questa tragedia serve da triste monito sull'importanza della sicurezza in acqua e sull'attenzione durante le attività ricreative. Mentre la famiglia piange la perdita di un essere amato, l'intera comunità si unisce nel dolore e nella solidarietà, offrendo conforto e sostegno in un momento così difficile.

 

 

 

Archi in lacrime per Piero Di Fulvio, lascia moglie e figlie
Terribile incidente a San Marco in Lamis: un morto e un ferito

41esimoparallelo.it - Testata giornalistica on-line iscritta al tribunale di Napoli, numero registrazione 12 del  24/02/2021 41esimoparallelo.it è un progetto editoriale gestito da PG COMMUNICATION - Via Vicinale Santa Maria del Pianto, 80143 Napoli - Partiva IVA 06099831213

 

 

Powered by Slyvi