Cristina Frazzica
Cristina Frazzica, la giovane turista speronata e uccisa mentre era in canoa con un'amico

Cristina Frazzica, una 31enne di Pavia, perde la vita in un incidente in kayak a Posillipo, Napoli

Le autorità sospettano una collisione con un gommone. Indagini in corso.

Dettagli dell'Incidente

Un tragico incidente ha sconvolto Posillipo, un quartiere di Napoli, ieri pomeriggio. Cristina Frazzica, 31 anni, residente a Pavia, ha perso la vita mentre si trovava in kayak nelle acque antistanti Villa Rosebery, la residenza napoletana del presidente della Repubblica. 

Secondo le prime ricostruzioni, l'incidente potrebbe essere stato causato da una collisione con un'imbarcazione, probabilmente un gommone.

L'Allarme e il Primo Soccorso

L'allarme è scattato alle 17:45, quando l'equipaggio di un motoscafo ha avvistato un kayak capovolto e un giovane in evidente stato di choc nelle vicinanze. 

Il ragazzo, visibilmente scosso, chiedeva aiuto e non riusciva più a vedere la ragazza che era con lui sul kayak. L'equipaggio del motoscafo ha prontamente soccorso il giovane, portandolo a bordo. Le ricerche sono immediatamente iniziate per trovare Cristina Frazzica.

Intervento delle Autorità

La Guardia Costiera è intervenuta sul luogo dell'incidente in pochi minuti, recuperando il corpo senza vita di Cristina Frazzica. Anche la Guardia di Finanza e la Capitaneria di Porto hanno partecipato alle operazioni di soccorso e avviato immediatamente le indagini per chiarire le circostanze dell'incidente. 

Il magistrato di turno della Procura di Napoli è giunto sul posto per avviare un'indagine ufficiale e ha disposto l'autopsia sul corpo della vittima.

Ipotesi e Prime Indagini

L'ipotesi principale attualmente al vaglio degli investigatori è quella di uno scontro violento con un gommone che procedeva a velocità sostenuta. 

Questo impatto potrebbe aver causato il ribaltamento del kayak. Le verifiche tecniche e le testimonianze raccolte in serata dalla Capitaneria di Porto sono cruciali per ricostruire la dinamica esatta dell'incidente.

 Nonostante le prime ipotesi, al momento non si esclude nessuna possibilità e tutte le piste sono attentamente esaminate.

Ulteriori Accertamenti

Nelle prossime ore, l'autopsia disposta dal magistrato fornirà ulteriori elementi per comprendere meglio le cause della morte di Cristina Frazzica. Gli inquirenti continuano a raccogliere testimonianze e ad analizzare i dati tecnici per fare piena luce sull'accaduto. Il giovane che era con la vittima sul kayak sarà nuovamente ascoltato per ottenere ulteriori dettagli utili alle indagini.

La Reazione della Comunità

La notizia della tragica morte di Cristina Frazzica ha scosso profondamente la comunità di Pavia e di Posillipo. Gli amici e i parenti della giovane sono sconvolti e cercano risposte su come sia potuta accadere una tragedia del genere. Le autorità locali hanno espresso il loro cordoglio e si sono impegnate a fare tutto il possibile per chiarire le circostanze dell'incidente e prevenire futuri incidenti simili.

La tragica morte di Cristina Frazzica in un incidente in kayak a Posillipo solleva importanti questioni sulla sicurezza nelle acque e sull'importanza di rispettare le norme di navigazione. Mentre le indagini continuano, la speranza è che si possa fare chiarezza sulle cause dell'incidente e che vengano prese misure adeguate per evitare che simili tragedie si ripetano in futuro.

Elezioni Europee, Meloni: "Fdi primo partito". FI supera la Lega, crolla M5S
Elezioni europee a Napoli e provincia, testa a testa tra M5s e Pd

41esimoparallelo.it - Testata giornalistica on-line iscritta al tribunale di Napoli, numero registrazione 12 del  24/02/2021 41esimoparallelo.it è un progetto editoriale gestito da PG COMMUNICATION - Via Vicinale Santa Maria del Pianto, 80143 Napoli - Partiva IVA 06099831213

 

 

Powered by Slyvi