Megastore Kharkiv
Attacco al centro commerciale di Kharkiv

Il bilancio delle vittime dell'attacco russo di ieri a Kharkiv, nell'Ucraina nord-orientale, continua a salire. 

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha dichiarato che al momento dell'attacco c'erano "più di 200 persone" all'interno del megastore

Se avessimo più sistemi di difesa aerea, tali raid sarebbero impossibili, ha aggiunto Zelensky. 

Denise Brown, coordinatrice umanitaria dell'ONU per l'Ucraina, ha condannato l'attacco definendolo "assolutamente inaccettabile".

Un Colpo Brutale alla Città di Kharkiv

Volodymyr Zelensky ha commentato su Telegram che "La Russia ha inferto un altro colpo brutale alla nostra città di Kharkiv - un ipermercato in costruzione - sabato, in pieno giorno". Il presidente ha sottolineato che l'attacco è avvenuto su un obiettivo "chiaramente civile". Zelensky ha definito Putin e i suoi seguaci "pazzi capaci di uccidere e terrorizzare le persone in modo così spregevole".

Massiccio Attacco Russo con Missili e Droni

L'aeronautica militare di Kiev ha riportato un massiccio attacco russo la notte scorsa, con 14 missili, inclusi due ipersonici 'Kinzhal', e 31 droni. Le forze di difesa ucraine sono riuscite ad abbattere 12 missili da crociera X-101/X-555 e tutti i 31 droni kamikaze Shahed-131/136. Questo ennesimo attacco testimonia l'intensità e la crudeltà della guerra in corso.

Le Reazioni degli Stati Uniti: Biden Definisce Putin un Tiranno

Il presidente americano Joe Biden ha definito il presidente russo Vladimir Putin un "tiranno brutale" durante una cerimonia all'accademia militare di West Point. 

Questa dichiarazione ha suscitato la reazione dell'ambasciatore russo a Washington, Anatoly Antonov, che ha definito inaccettabili le parole di Biden. Antonov ha sottolineato che tali invettive insultano l'intero popolo russo e riflettono la frustrazione di Washington nei confronti della politica indipendente della Russia.

Stoltenberg: "Pechino Alimenta la Guerra in Europa"

Jens Stoltenberg, segretario generale della NATO, ha accusato la Cina di alimentare la guerra in Europa. Stoltenberg ha affermato che Pechino continua a vendere parti di macchinari, microelettronica e altre tecnologie che Mosca utilizza per produrre armi. Questa cooperazione, secondo Stoltenberg, mette a rischio i rapporti tra la Cina e i Paesi occidentali.

L'Appello di Stoltenberg: "Inviate Più Armi all'Ucraina"

Stoltenberg ha esortato i Paesi della NATO a fornire più armi e munizioni all'Ucraina. Ha sottolineato l'importanza di inviare sistemi antiaerei e armi a lungo raggio per sostenere Kiev nella guerra contro la Russia. Stoltenberg ha ribadito che non ci sono piani per estendere l'ombrello di difesa aerea della NATO all'Ucraina, ma ha insistito sulla necessità di aumentare il sostegno militare e finanziario per garantire una deterrenza efficace contro l'aggressione russa.

La Condanna dell'ONU: "L'Attacco a Kharkiv è Assolutamente Inaccettabile"

Denise Brown, coordinatrice umanitaria dell'ONU per l'Ucraina, ha fortemente condannato l'attacco russo contro il centro commerciale di Kharkiv. Brown ha dichiarato che è sconvolgente vedere come, nonostante gli orrori quotidiani, i civili di Kharkiv cerchino di vivere normalmente e vengano colpiti da attacchi così devastanti. 

Brown ha sottolineato che dirigere intenzionalmente un attacco contro infrastrutture civili è severamente vietato dal diritto internazionale umanitario e ha chiesto la fine immediata di tali attacchi.

L'attacco a Kharkiv è solo l'ultimo di una serie di violenze che stanno devastando l'Ucraina. La comunità internazionale, inclusi leader come Joe Biden e Jens Stoltenberg, continua a condannare le azioni della Russia e a chiedere un maggiore supporto per l'Ucraina. 

La situazione rimane critica e richiede una risposta unitaria e decisa da parte di tutte le nazioni coinvolte per fermare l'aggressione russa e proteggere i civili innocenti.

 

 

Previsioni Meteo Campania per domenica 26 Maggio 2024
Soul-Food Vocalist, dal palcoscenico di The Voice al Mattino di Rai 2 a 'I Fatti Vostri'

41esimoparallelo.it - Testata giornalistica on-line iscritta al tribunale di Napoli, numero registrazione 12 del  24/02/2021 41esimoparallelo.it è un progetto editoriale gestito da PG COMMUNICATION - Via Vicinale Santa Maria del Pianto, 80143 Napoli - Partiva IVA 06099831213

 

 

Powered by Slyvi