Ebrahim Raisi
Il presidente Ebrahim Raisi

L'incidente che ha scosso l'Iran e il mondo intero ha visto il tragico decesso del presidente iraniano Ebrahim Raisi

La notizia, confermata dalla televisione di Stato dell'Iran, riferisce che tutti i passeggeri a bordo dell'elicottero, compreso il ministro degli Esteri Hossein Amir-Abdollahian e altre sette persone, sono deceduti. L'abitacolo dell'elicottero sarebbe stato completamente avvolto dalle fiamme.

Iran: Presidente Ebrahim Raisi muore in un incidente in elicottero

Ebrahim Raisi, 63 anni, stava viaggiando dalle zone di confine nordorientali alla città di Tabriz, nella provincia dell'Azerbaigian orientale, per inaugurare una nuova raffineria. 

Il tragico incidente è avvenuto mentre l'elicottero presidenziale era in volo, presumibilmente a causa delle avverse condizioni meteorologiche. 

Il relitto dell'elicottero è stato rinvenuto al confine con l'Azerbaigian, confermando il peggio per il capo di stato iraniano e per gli altri otto occupanti del velivolo.

I dettagli dell'incidente e le vittime

Il presidente iraniano Ebrahim Raisi si stava dirigendo verso Tabriz, una città nella provincia dell'Azerbaigian orientale, per partecipare a una cerimonia d'inaugurazione di una raffineria. 

Con lui viaggiavano il ministro degli Esteri Hossein Amir-Abdollahian e altre sette persone, tutte tragicamente decedute. 

L'elicottero, secondo le prime ricostruzioni, è precipitato a causa delle condizioni meteorologiche sfavorevoli. L'intero abitacolo è stato completamente distrutto dalle fiamme, rendendo impossibile qualsiasi tentativo di salvataggio.

Reazioni internazionali e nazionali

La notizia ha provocato una forte reazione sia a livello nazionale che internazionale. La premier italiana Giorgia Meloni ha convocato un vertice d'urgenza a Palazzo Chigi per discutere dell'accaduto. L'intero mondo politico iraniano è in lutto, mentre il vice presidente e attuale presidente ad interim Mohsen Mansouri ha confermato la tragica perdita del presidente e del ministro degli Esteri.

Teheran in lutto: il presidente Raisi definito "martire del servizio"

La televisione di Stato iraniana ha trasmesso la notizia ufficiale della morte del presidente Ebrahim Raisi, descrivendolo come un "martire del servizio". Le autorità iraniane hanno annunciato che saranno resi noti a breve il luogo e l'orario della cerimonia funebre, durante la quale la nazione potrà rendere omaggio al suo presidente.

L'impatto sulla politica iraniana

La morte del presidente Ebrahim Raisi rappresenta una grave perdita per l'Iran. Conosciuto per la sua ferma leadership, Raisi ha giocato un ruolo chiave nelle dinamiche politiche del paese. La sua scomparsa lascia un vuoto difficile da colmare, sia a livello nazionale che internazionale. 

La designazione di Mohsen Mansouri come presidente ad interim sarà cruciale per garantire la stabilità del paese durante questo periodo di lutto e transizione.

L'incidente in elicottero che ha causato la morte del presidente Ebrahim Raisi e di altri otto passeggeri segna un momento di profondo dolore e riflessione per l'Iran. Con la conferma ufficiale della sua morte, il paese si prepara a rendere omaggio a un leader che è stato descritto come un "martire del servizio". 

Mentre il mondo guarda con attenzione, l'Iran si trova ad affrontare una delle sue più grandi sfide politiche e umane degli ultimi tempi.

 

 


 

Il Meteo di oggi in Campania, le previsioni della giornata
Tragico incidente a Savignano: perde la vita una giovane di 25 anni di Villa Verucchio

41esimoparallelo.it - Testata giornalistica on-line iscritta al tribunale di Napoli, numero registrazione 12 del  24/02/2021 41esimoparallelo.it è un progetto editoriale gestito da PG COMMUNICATION - Via Vicinale Santa Maria del Pianto, 80143 Napoli - Partiva IVA 06099831213

 

 

Powered by Slyvi