Stefano Diaferio
Stefano Diaferio, aveva solo 18 anni

La comunità di Valeggio sul Mincio è stata colpita da una tragedia improvvisa con la perdita di Stefano Diaferio, un giovane promettente nella mountain bike, morto in un incidente stradale a soli 18 anni. 

La Tragedia di Stefano Diaferio

Il 26 aprile, Stefano Diaferio ha perso la vita in un drammatico incidente stradale proprio a Valeggio sul Mincio, Verona, a pochi passi da casa. Lo scooter che guidava ha perso il controllo, causando un tragico incidente che ha portato alla sua morte. 

Nonostante i soccorsi immediati, Stefano è deceduto poco dopo l'impatto, lasciando la comunità in lutto per la sua perdita.

Una promessa della Mountain Bike

Stefano Diaferio, nato il 6 febbraio 2006 a Peschiera del Garda, era un giovane talento nella mountain bike e un membro rispettato della società ciclistica Barbieri di Valeggio sul Mincio

Appena 18enne, Stefano era sul punto di partecipare a una nuova gara nella categoria juniores, dimostrando il suo impegno e la sua passione per lo sport.

L'Incidente e gli sforzi di soccorso

L'incidente è avvenuto lungo via Galileo Ferraris, nelle vicinanze della frazione San Graziano, mentre Stefano stava tornando a casa dopo una visita al suo preparatore atletico. Nonostante l'intervento immediato dei soccorritori del Suem e dell'elicottero di Verona emergenza, i loro sforzi sono stati purtroppo vani. 

La perdita di Stefano ha scosso profondamente la comunità locale e il mondo dello sport.

Il Ricordo di Stefano Diaferio

Stefano era non solo un talentuoso atleta, ma anche un figlio amorevole e un amico devoto. Viveva a Valeggio sul Mincio con la sua famiglia, composta da suo padre Giuseppe, sua madre Janine e sua sorella maggiore Francesca. 

Il suo sorriso contagioso e il suo spirito vibrante rimarranno nei cuori di coloro che lo hanno conosciuto e amato.

 La morte prematura di Stefano Diaferio ha lasciato un vuoto incolmabile nella comunità di Valeggio sul Mincio e nel mondo della mountain bike. 

Il suo talento, la sua dedizione e il suo spirito vivranno per sempre nei ricordi di coloro che lo hanno conosciuto, mentre la sua assenza sarà sentita profondamente da tutti coloro che hanno avuto la fortuna di incrociare il suo cammino.

 

 

 

 

Pontecchio Marconi, Manuel Bedonni muore a 25 anni dopo tre giorni di agonia
Nocera Superiore piange la perdita di Guido Rispoli: lascia la moglie e una figlia

41esimoparallelo.it - Testata giornalistica on-line iscritta al tribunale di Napoli, numero registrazione 12 del  24/02/2021 41esimoparallelo.it è un progetto editoriale gestito da PG COMMUNICATION - Via Vicinale Santa Maria del Pianto, 80143 Napoli - Partiva IVA 06099831213

 

 

Powered by Slyvi