Allame bomba Roma
Allame bomba Roma

Un'allarme bomba ha scosso il Ministero della Cultura a Roma, provocando l'evacuazione immediata del Collegio Romano. 

La telefonata anonima che ha segnalato la presenza di un presunto ordigno ha generato tensione e apprensione nel centro della città. Vediamo come si è svolto l'evento e le reazioni delle autorità.

L'Evacuazione del Ministero

Il Collegio Romano è stato rapidamente evacuato dopo l'allarme bomba, con gli artificieri che sono intervenuti per verificare la presenza di un eventuale pericolo. 

La zona è stata transennata e presidiata da forze dell'ordine per garantire la sicurezza dei cittadini e del personale interno al ministero.

Intervento di Saetta

Un ruolo chiave è stato giocato da Saetta, il primo cane robot dell'arma dei Carabinieri, che ha supportato gli artificieri nelle operazioni di ricerca e bonifica dell'area. La tecnologia avanzata si è dimostrata fondamentale nel garantire un intervento rapido ed efficace.

Allarme bomba al ministero della Cultura (Foto Ansa)
Allarme bomba al ministero della Cultura (Foto Ansa)

Le dichiarazioni del Ministro della Cultura Sangiuliano

Il Ministro della Cultura, Gennaro Sangiuliano, ha risposto prontamente all'evento, confermando di aver ricevuto segnalazioni precedenti di scritte e minacce in arabo vicino al Ministero.

Nei mesi scorsi erano apparse alcune scritte in arabo sul muro del Ministero in via del Collegio Romano, ne conservo ancora una foto, e io stesso ho ricevuto alcune minacce in arabo sul mio profilo Facebook. Ho fatto regolare denuncia ai Carabinieri

 Tuttavia, ha sottolineato che non vi è alcuna connessione confermata tra questi eventi e l'allarme bomba odierno.


L'allarme bomba al Ministero della Cultura ha sollevato interrogativi sulla sicurezza nella capitale italiana. Le indagini sono in corso per determinare l'origine della telefonata anonima e l'eventuale presenza di un pericolo effettivo. 

Nel frattempo, la presenza delle forze dell'ordine e l'utilizzo di tecnologie innovative testimoniano l'impegno delle autorità nel garantire la protezione dei cittadini e delle istituzioni.

 

 

 

 

 

Licata piange la perdita di Luca Angelo Incorvaia: l'addio
Gratta e Vinci, incassa 112mila euro: donna ritrovata in strada a camminare in stato di choc

41esimoparallelo.it - Testata giornalistica on-line iscritta al tribunale di Napoli, numero registrazione 12 del  24/02/2021 41esimoparallelo.it è un progetto editoriale gestito da PG COMMUNICATION - Via Vicinale Santa Maria del Pianto, 80143 Napoli - Partiva IVA 06099831213

 

 

Powered by Slyvi