Incidente Grosseto
Incidente Grosseto, morti due ufficiali, altri 4 feriti

Un gravissimo incidente stradale ha sconvolto la comunità militare e civile di Grosseto nella mattina di mercoledì. 

Due auto delle forze armate si sono scontrate sulla strada del Pollino, causando la morte di due ufficiali dell'Aeronautica Militare e il ferimento di altri quattro militari.

Le vittime

Le vittime dell'incidente sono il Tenente Riccardo Latino, di 25 anni, e il 1° Maresciallo Francesco Antonio Guglielmucci, di 45 anni. Entrambi erano al volante delle rispettive vetture al momento dello schianto. 

I due ufficiali appartenevano al 36° Stormo Caccia dell'Aeronautica Militare e si trovavano a Grosseto per partecipare a un'attività addestrativa in corso presso la base locale.

I feriti

Nell'incidente sono rimasti feriti altri quattro militari, tutti facenti parte del gruppo giunto a Grosseto dalla base di Gioia del Colle. I feriti sono stati immediatamente soccorsi e trasportati nei vicini ospedali, dove sono attualmente ricoverati in gravi condizioni. 

La dinamica dell'incidente è ancora sotto indagine, e non sono stati resi noti ulteriori dettagli su come si sia verificato lo scontro tra i due veicoli militari.

Intervento delle forze dell'ordine e dei soccorsi

Il personale del 4° Stormo è intervenuto prontamente sul luogo dell'incidente per supportare le forze dell'ordine e le squadre di soccorso. 

La presenza di militari esperti ha facilitato le operazioni di soccorso e di messa in sicurezza dell'area, ma purtroppo per i due ufficiali coinvolti non c'è stato nulla da fare.

Il cordoglio della Difesa

Il ministro della Difesa, Guido Crosetto, ha espresso il suo profondo cordoglio per la tragica perdita: 

«A nome mio e di tutta la famiglia della Difesa, esprimo con il cuore spezzato il più sentito cordoglio ai familiari del Tenente Riccardo Latino e del 1° Maresciallo Francesco Antonio Guglielmucci, tragicamente scomparsi oggi in un incidente stradale». 

Crosetto ha inoltre esteso le sue condoglianze all'ammiraglio Giuseppe Cavo Dragone, capo di Stato Maggiore della Difesa, e al generale di squadra aerea Luca Goretti, capo di Stato Maggiore dell'Aeronautica Militare. 

«Mi stringo idealmente con tutta la Difesa, ai familiari e agli affetti più cari di Riccardo e di Francesco Antonio», ha concluso il ministro.

La missione addestrativa

I militari coinvolti nell'incidente facevano parte di una missione addestrativa in corso presso la base di Grosseto. Questi esercitazioni sono fondamentali per mantenere l'efficienza operativa delle forze armate, ma eventi tragici come questo sottolineano i rischi associati alle operazioni militari, anche in contesti apparentemente sicuri come quelli addestrativi.

La risposta della comunità

La comunità militare di Grosseto e quella civile si sono strette attorno alle famiglie delle vittime e dei feriti. Numerosi messaggi di cordoglio sono arrivati da colleghi, amici e istituzioni, che hanno voluto esprimere la loro vicinanza in questo momento di dolore.

L'incidente di Grosseto rappresenta una dolorosa perdita per l'Aeronautica Militare e per tutto il Paese. 

La morte del Tenente Riccardo Latino e del 1° Maresciallo Francesco Antonio Guglielmucci ci ricorda l'importanza di garantire sempre la massima sicurezza nelle operazioni militari e di supportare i nostri militari, che quotidianamente mettono a rischio la loro vita per il bene della nazione. 

Le indagini in corso sveleranno ulteriori dettagli sulla dinamica dell'incidente, mentre il pensiero di tutti va alle famiglie colpite da questa tragedia.

Latina, incidente sul lavoro: morto operaio di 38 anni
Tragedia a Scampia, precipita dal terzo piano di casa: la corsa in ospedale per salvarle la via

41esimoparallelo.it - Testata giornalistica on-line iscritta al tribunale di Napoli, numero registrazione 12 del  24/02/2021 41esimoparallelo.it è un progetto editoriale gestito da PG COMMUNICATION - Via Vicinale Santa Maria del Pianto, 80143 Napoli - Partiva IVA 06099831213

 

 

Powered by Slyvi