Terremoto Napoli Campi Flegrei
Terremoto Napoli Campi Flegrei

L'ansia e la preoccupazione si diffondono tra i residenti dei Campi Flegrei a Napoli mentre l'intera regione viene scossa da un'altra serie di eventi sismici. 

Questi eventi sismici aggiungono ulteriori tensioni ad una comunità già provata dal terremoto avvenuto la sera precedente, mantenendo viva la paura del risveglio sismico.

Dettagli delle scosse: magnitudo e localizzazione

Alle 7:23 del mattino, una prima scossa di magnitudo 2.1 colpisce la regione, con epicentro situato a soli 3 km di profondità nella zona della Solfatara, vicino al Comune di Pozzuoli

Pochi minuti dopo, alle 7:28, una seconda scossa, di intensità inferiore (1.1), si verifica sempre nella stessa area, con epicentro a soli 2 km di profondità. 

Questi eventi sismici sono stati segnalati dall'Ingv Osservatorio Vesuviano e hanno contribuito a mantenere alta l'attenzione sulla situazione.

Reazioni dei residenti: timori e apprensioni

L'impatto delle scosse è stato notevole, con molti residenti che hanno condiviso le loro esperienze e le loro preoccupazioni sui social media. I commenti online riflettono l'ansia e l'incertezza che permeano la comunità locale di fronte a questi eventi sismici ricorrenti. Alcuni hanno descritto la scossa come "particolarmente forte", probabilmente a causa della loro vicinanza all'epicentro.

Continua l'attività sismica: una situazione monitorata da tempo

Le scosse di terremoto di questa mattina seguono un recente sciame sismico che ha colpito la regione la sera precedente. 

Nonostante le dimensioni relativamente modeste delle scosse, l'attività bradisismica continua ad essere monitorata da diversi mesi, mantenendo i residenti in costante allerta e richiamando l'attenzione degli esperti sulla stabilità della zona.

I dati dell'Ingv
I dati dell'Ingv

La Prospettiva degli esperti: monitoraggio e prevenzione

Gli esperti sismici continuano a seguire da vicino l'evolversi della situazione e a fornire consigli sulla sicurezza e la preparazione per gli eventi sismici. 

Il monitoraggio costante dell'attività bradisismica è essenziale per garantire la sicurezza della popolazione locale e per mitigare i rischi associati agli eventi sismici.

 

 

 

 

 

Addio a Simona Serra: Caserta si unisce nel dolore per la perdita della giovane di soli 21 anni
Tragedia a Forio d'Ischia: giovane trovato morto in un ristorante

41esimoparallelo.it - Testata giornalistica on-line iscritta al tribunale di Napoli, numero registrazione 12 del  24/02/2021 41esimoparallelo.it è un progetto editoriale gestito da PG COMMUNICATION - Via Vicinale Santa Maria del Pianto, 80143 Napoli - Partiva IVA 06099831213

 

 

Powered by Slyvi