incidente eboli

Venerdì 7 giugno è stato segnato da una tragedia sulle strade di Eboli, in provincia di Salerno. Un drammatico incidente ha coinvolto due veicoli sulla statale 18, nella zona di Santa Cecilia, causando la morte di tre persone. Questo evento ha suscitato profondo shock e tristezza nella comunità locale e oltre.

L'incidente si è verificato nel pomeriggio, intorno alle 15:00, quando una Fiat Panda e una Opel Corsa si sono scontrate frontalmente. La violenza dell'impatto è stata tale da non lasciare scampo ai tre anziani coinvolti, riportati da Salerno Today:

Emma Falanga, 88 anni, e il marito Ferdinando Avino, 83 anni, residenti a Boscotrecase, in provincia di Napoli. Nicola Casafina, 83 anni, residente a Foggia.

L'incidente terribile a Santa Cecilia di Eboli

La collisione è avvenuta lungo la statale 18, una strada nota per il traffico intenso e talvolta pericoloso, soprattutto nelle aree periferiche come Santa Cecilia di Eboli. Questa zona, purtroppo, non è nuova a incidenti gravi, e l'evento ha riacceso il dibattito sulla sicurezza stradale in queste aree.

Sul luogo del sinistro sono prontamente intervenute tre ambulanze del Volontariato di Pronto Intervento (Vopi) del distaccamento di Eboli e della Croce Rossa di Capaccio Paestum. Purtroppo, i sanitari non hanno potuto fare altro che constatare il decesso delle tre vittime sul posto, data la gravità delle ferite riportate.

La polizia stradale di Vallo della Lucania è stata coinvolta per i rilievi necessari a ricostruire l'esatta dinamica dell'incidente. Le volanti della polizia municipale di Eboli hanno deviato il traffico, indirizzando le automobili su percorsi alternativi per evitare ulteriori complicazioni e garantire la sicurezza.

La tragica notizia della scomparsa di Emma Falanga, Ferdinando Avino e Nicola Casafina ha colpito profondamente le comunità di Boscotrecase e Foggia. I due coniugi erano noti e stimati nella loro comunità, e anche Casafina, con i suoi legami familiari e sociali, era una figura rispettata e benvoluta. Questo incidente ha lasciato un vuoto incolmabile nelle vite di coloro che li conoscevano e li amavano.

La dinamica dell'incidente

Le cause dell'incidente sono ancora oggetto di indagine da parte delle autorità competenti. L'obiettivo principale degli investigatori è determinare cosa abbia portato alla collisione frontale. Tra le ipotesi, si considerano fattori come una possibile manovra errata, un malore improvviso di uno dei conducenti, o condizioni stradali sfavorevoli. La polizia stradale sta lavorando per raccogliere tutte le testimonianze e analizzare i dati disponibili per fare chiarezza su questo tragico evento.

Incidenti come questo richiamano l'attenzione sull'importanza della sicurezza stradale, specialmente su arterie trafficate e pericolose. La statale 18 è spesso teatro di incidenti, e questa tragedia potrebbe sollecitare un rinnovato impegno da parte delle autorità locali per migliorare le condizioni di sicurezza su questa strada, attraverso interventi infrastrutturali o misure di controllo del traffico più rigorose.

Vasto, Enrico Raimondi trovato morto nella sua auto: aveva appena 58 anni
San Salvo, addio a Rosa Fellino: aveva solo 67 anni

41esimoparallelo.it - Testata giornalistica on-line iscritta al tribunale di Napoli, numero registrazione 12 del  24/02/2021 41esimoparallelo.it è un progetto editoriale gestito da PG COMMUNICATION - Via Vicinale Santa Maria del Pianto, 80143 Napoli - Partiva IVA 06099831213

 

 

Powered by Slyvi